Il titolo migliore e peggiore della settimana.

IL MIGLIORE

Il titolo CERAMICHE RICCHETTI ha archiviato la seduta settimanale facendo registrare la migliore performance sul listino milanese guadagnando così il 29.2%; dall’inizio dell’anno +125%. Il prezzo max degli ultimi 17 mesi è 0.3831 euro, quello minimo 0.147 euro. Prosegue lungo la via degli acquisti il titolo Ceramiche Ricchetti che in circa tre mesi ha guadagnato 55 punti percentuali. A fine giugno  il Consiglio di Amministrazione di Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A. ha approvato il progetto di fusione per incorporazione della Società controllata United Tiles S.r.l. (già United Tiles SA). Mentre lo scorso 27 luglio il Gruppo ha perfezionato la cessione dell’immobile non strumentale sito in Sassuolo, Via Radici in Piano n. 428. Il corrispettivo della vendita è stato pari a 4 milioni di Euro, e risulta ad oggi interamente regolato. La cessione di tale immobile non strumentale rientra tra gli atti di disposizione consentiti dall’Accordo di ristrutturazione del debito finanziario verso gli istituti di Credito firmato dall’Emittente il 30 giugno 2016 (nei primi tre mesi dell’esercizio in corso la Società Capogruppo ha continuato ad operare in una situazione di tensione finanziaria anche per effetto dei risultati economici negativi conseguiti nei precedenti esercizi. In data 30 giugno 2016 è stato sottoscritto dall’Emittente e dalla totalità degli Istituti di Credito coinvolti nell’operazione l’accordo di ristrutturazione del proprio debito finanziario).

Al secondo posto si piazza Emak (+12.8%) e sul gradino più basso del podio Exprivia (+12.5%).

IL PEGGIORE

Il titolo peggiore della settimana è FULLSIX che ha ceduto il 9.3% sul listino di Piazza Affari; dall’inizio dell’anno ha guadagnato il 7%. Il prezzo max degli ultimi 17 mesi è 3.20 euro, quello minimo è 0.983 euro. I risultati economici dei primi tre mesi dell’esercizio 2017 sono stati negativi soprattutto se valutati rispetto all’analogo periodo del 2016. Essi risentono del difficile quadro congiunturale dell’economia italiana in alcuni dei settori in cui il gruppo opera. Pur nel contesto delineato, il management rimane concentrato nel raggiungimento dell’obiettivo dell’economicità della gestione per l’intero esercizio 2017, al riguardo si sta valutando la fattibilità di alcune operazioni straordinarie da effettuarsi su società controllate quali, inter alia, aumenti di capitale o riorganizzazione di asset non più strategici, anche tramite l’eventuale dismissione di parte degli stessi, nonchè si stanno trattando nuove alleanze per lo sviluppo nel mercato dei Dati e dell’intelligenza artificiale. La posizione finanziaria netta potrebbe peggiorare alla luce degli impegni di previsti nel 2017. Il management si è attivato sia per la ricerca di nuove linee di finanziamento, oltre a quelle già ottenute, sia per la riorganizzazione dei rapporti in essere con il sistema bancario. Il management e l’organo amministrativo stanno accuratamente e costantemente monitorando la situazione finanziaria, che comunque è stabile nel primo trimestre, come risulta dall’attuale resoconto intermedio.

Al secondo posto troviamo Unieuro (-8.5%) ed al terzo Ferrari (-6.3%).

(esclusi titoli AIM)

noi compriamo auto Best_buy Image Banner 234 x 60