Assicurazioni Generali: analisi tecnica.

Ottima seduta quella di Assicurazioni Generali che sta mettendo a segno un progresso di oltre tre punti percentuali. Questo rimbalzo ha permesso di allentare le recenti tensioni ma sono necessari ulteriori sforzi per poter assistere ad un allungo più convincente nel medio periodo; la successiva resistenza strategica è posizionata a quota 15.88 euro per il test a 16.09 (2° target 16.45 euro. 3° target area 17.05 euro, oltre questi livelli con tenuta settimanale il successivo obiettivo potrebbe essere in area 18.75 euro). Negative invece discese al di sotto di 14.25 euro (in chiusura) preludio ad un nuovo test a 13.92 e 13.70 euro. Il titolo in 6 mesi ha guadagnato l’8%, il 30% in 12 mesi, -5% in 3 anni e +21% in 5 (dal 2000 ad oggi -41%).

I risultati del primo semestre confermano la solidità del business e l’efficace esecuzione della trasformazione industriale di Generali. Il Combined Ratio a 92,9% ed il New Business Value in aumento del 52% con margine al 4,11% continuano a confermarsi a livelli di eccellenza. L’incremento dei premi Danni ed una solida raccolta netta Vita, sempre di maggiore qualità, sono la diretta conseguenza di un approccio alla crescita deciso e disciplinato. L’eccellente attuazione del piano ha consentito di raggiungere gli ottimi risultati di oggi con un aumento del 3,7% dell’utile netto, un RoE operativo significativamente superiore al target e un incremento dei prodotti a basso assorbimento di capitale. Il gruppo sta raggiungendo gli obiettivi finanziari grazie alla determinazione, al focus e all’impegno dedicati alla realizzazione del piano strategico che mira a rendere Generali ‘simpler & smarter’.

Indicatori tecnici (sett.):

RSI(14) Comprare
STOCH (9,6) Neutrale
STOCHRSI (14) Vendere
MACD(12,26) Comprare
ATR(14) meno volatilità
CCI(14) Comprare
ADX(14) Comprare
ROC Comprare
UO Comprare

Williams R: Comprare.

 Medie mobili esponenziali:

il prezzo è collocato al di sopra di Ema20, quest’ultima è superiore a Ema50; entrambe sono superiori alla media mobile di periodo 200 (SMA). Secondo questa teoria è in atto l’orientamento più rialzista possibile.

Punti di Pivot (gg):

S3 S2 S1 Punti di Pivot R1 R2 R3
Classico 14,66 14,78 14,87        14,99 15,08 15,20 15,29
Fibonacci 14,78 14,86 14,91        14,99 15,07 15,12 15,20
Bull/Bear Power(13) 0,1480 Comprare

Beta: 1.15

Ratio Prezzo/Utile: 11.12

Dividendi:

Anno rif. bil. Valore
2016 0.800 euro
2015 0,720
2014 0,600
2013/2012 0,450 / 0.200

Rating e target price:

Nome Data Rating Target Price
Deutsche Bank 08/09/2017 Hold 16.00 euro
Jp Morgan 04/09/2017 Overweight 20.00
HSBC 04/09/2017 Buy 17.00
Morgan Stanley 07/08/2017 Equalweight 15.30
Jp Morgan 04/08/2017 Overweight 20.00

OUTLOOK
In un contesto macroeconomico e finanziario in ripresa, ma ancora caratterizzato da bassi tassi di interesse ed incertezza sui mercati finanziari, il Gruppo proseguirà l’esecuzione disciplinata del proprio piano strategico. Con riferimento al ribilanciamento del portafoglio assicurativo e al miglioramento delle proprie competenze tecniche, nel segmento Vita il Gruppo continuerà a favorire l’offerta di polizze meno sensibili al livello dei tassi di interesse e con minore assorbimento di capitale. Nel segmento Danni, rilevante per la realizzazione della strategia del Gruppo di diventare leader nel settore retail in Europa, proseguirà il focus sulla redditività tecnica, al fine di sostenere la performance complessiva in uno scenario di minori redditi finanziari. Continuano sia l’ottimizzazione della presenza internazionale, con le citate operazioni di cessione che la razionalizzazione della macchina operativa tramite la gestione delle spese operative. Proseguono infine le iniziative di rafforzamento del nostro brand e quelle di innovazione al fine di mantenere i clienti e la nostra rete agenziale e attrarne di nuovi. Le iniziative sopra descritte permetteranno al Gruppo di contrastare e di superare il prolungato scenario di bassi tassi di interesse e di favorire la crescita, confermando gli obiettivi prefissati nel piano strategico.

Fitch conferma rating A- e outlook Stabile
In data 26 aprile, a seguito del precedente downgrade da parte di Fitch del rating sovrano dell’Italia a ‘BBB’ da ‘BBB+’, con outlook Stabile, l’agenzia di rating ha comunicato di aver confermato il rating IFS di Generali e delle sue società ad A- con outlook Stabile. Fitch ha spiegato che il rating resta due notch superiore a quello italiano (BBB/Stabile) “a conferma della forte solidità patrimoniale e della notevole diversificazione geografica (all’incirca il 60% del risultato operativo realizzato all’esterno dell’Italia), comprese le significative attività in Francia e in Germania, dove il Gruppo ha una solida posizione di mercato”

Ottimo andamento del semestre: crescono l’utile e il risultato operativo, raggiunto nuovamente l’obiettivo di redditività.

• Utile netto in aumento a € 1,2 mld (+3,7%), grazie alla positiva performance in tutti gli ambiti di operatività
• Operating RoE a 13,6%, superiore a target (>13%)
• Risultato operativo in aumento a € 2,6 mld (+4,1%), nonostante il contesto di bassi tassi d’interesse, grazie alla migliore redditività dei segmenti Finanziario e Danni
• La performance tecnica si conferma a ottimi livelli con il CoR a 92,9% e il New Business Value in crescita del 52% a € 942 mln con margine al 4,11%
• Premi a € 36,6 mld (-0,8%1 ). Prosegue la crescita nel segmento danni (+1,5%); nel Vita la raccolta netta si mantiene su livelli best in class superando i € 5,7 miliardi.
• Migliora la solidità patrimoniale con Regulatory Solvency Ratio2 a 188% e con Economic Solvency Ratio a 207%

Lo scorso 19 luglio il Gruppo Generali ha firmato un accordo per la cessione delle proprie attività in Colombia e ha completato la vendita delle attività in Guatemala. Le operazioni rientrano nell’ambito della strategia di ottimizzazione della presenza geografica e di miglioramento dell’efficienza operativa e dell’allocazione del capitale. Generali ha sottoscritto un accordo per la cessione della propria partecipazione nelle compagnie in Colombia, pari al 91,3% di Generali Seguros e del 93,3% di Generali Vida, al Gruppo Talanx. L’operazione è subordinata all’approvazione delle competenti autorità. Nel 2016, Generali Colombia ha registrato premi complessivi per circa €59 milioni e un patrimonio netto di circa €22 milioni. La quota di Generali Colombia nel mercato assicurativo locale è sotto l’1%, posizionata al 22/mo posto. Generali annuncia inoltre il completamento della vendita della sua partecipazione nella società controllata in Guatemala alla famiglia Neutze, storico partner di fiducia. Aseguradora General S.A. è una compagnia assicurativa principalmente attiva nel segmento Danni. Il Gruppo Generali rimarrà operativo in Guatemala tramite le sue business lines internazionali, ovvero Generali Employee Benefits, Generali Global Corporate & Commercial e Europ Assistance.

noi compriamo auto Best_buy Image Banner 234 x 60