Retelit: analisi tecnica.

Retelit (uno dei principali operatori italiani di servizi dati e infrastrutture nel mercato delle telecomunicazioni) nelle ultime sedute ha messo a segno un buon rimbalzo. Si tratta di un movimento incoraggiante, ma che necessita di ulteriori conferme dato che non è per ora sufficiente a creare le condizioni per ulteriori allunghi. Il confronto con il successivo ostacolo a quota 1.57 euro sarà un importante banco di prova per saggiare il potenziale di crescita; oltre tale soglia (in particolar modo in chiusura di seduta) probabili nuovi acquisti che potrebbero spingere le quotazioni del titolo fino al primo target a 1.63 euro (2° target 1.70 euro). Se invece Retelit (buon titolo da cassettista) dovesse tornare a puntare verso il basso il primo sostegno da monitorare è quello a 1.29 euro che diverrebbe strategico al fine di scongiurare approfondimenti in area 1.25 euro (2° target 1.19 euro). Il titolo in 6 mesi ha guadagnato il 2%, il 114% in 12 mesi, il 150% in 3 anni ed il 248% in 5 (27 settembre 2017 – consiglio di amministrazione per l’esame della relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2017).

Lo scenario macroeconomico mondiale ed italiano, unitamente ai trend tecnologici, stanno creando condizioni
estremamente favorevoli per gli operatori del settore ICT, e in particolare per le infrastrutture di telecomunicaz., area in cui si muove Retelit, sia a livello nazionale che a livello globale. Inoltre il quadro politico e regolamentare del nostro paese va nella direzione corretta di incentivare la trasformazione digitale delle imprese e della Pubblica Amministrazione, rafforzando così le opportunità per il settore ICT. D’altra parte lo scenario competitivo sta rapidamente cambiando richiedendo a tutti i player un veloce ripensamento e possibile riposizionamento delle proprie attività.

Indicatori tecnici (sett.):

RSI(14) Comprare
STOCH (9,6) Neutrale
STOCHRSI (14) Ipercomprato
MACD(12,26) Comprare
ATR(14) meno volatilità
CCI(14) Ipercomprato
ADX(14) Neutrale
ROC Comprare
UO Comprare

Williams R: Ipercomprato.

 Medie mobili esponenziali:

il prezzo è collocato al di sopra di Ema20, quest’ultima è superiore a Ema50; entrambe sono superiori alla media mobile di periodo 200 (SMA). Secondo questa teoria è in atto l’orientamento più rialzista possibile.

Punti di Pivot (gg):

S3 S2 S1 Punti di Pivot R1 R2 R3
Classico 1,3580 1,3690 1,3880        1,3990 1,4180 1,4290 1,4480
Fibonacci 1,3690 1,3805 1,3875        1,3990 1,4105 1,4175 1,4290
Bull/Bear Power(13) 0,1150 Comprare

Beta: 0.99

Ratio Prezzo/Utile: 69.52

Dividendi:

Anno rif. bil. Valore
2014/2015/2016     0,00 euro
2013 0,00
2012 0,00

Rating e target price:

Nome Data Rating Target Price
Intermonte 15/05/2017 Outperform 1.50 euro
Intermonte 01/03/2017 Buy 1.40

Evoluzione prevedibile della gestione
Il Consiglio di Amministrazione ha approvato l’aggiornamento del piano industriale 2017-2020 estendendo l’orizzonte di piano al 2021. Per una descrizione del piano si rimanda al paragrafo 1.8. I primi mesi dell’anno sono in linea con il piano.

Strategia del Gruppo
L’evoluzione del contesto generale di settore conferma che la strategia del Gruppo, che continua a concentrare i propri sforzi nel potenziamento della rete in fibra ottica tramite integrazioni infrastrutt. ed innovazione tecnologica e sull’evoluzione dei servizi di Data Center e Cloud, è centrata e corretta. Infatti la crescente domanda dei servizi a larga banda da parte di imprese, operatori di telecomunicazioni e service provider ICT (Information and Communication Technology), deve essere sostenuta dagli investimenti in fibra necessari a far fronte all’esplosione della domanda di traffico dati e dalle necessità di collegamento delle reti di prossima generazione Next Generation Networks (NGN). Inoltre la forte crescita di piattaforme as a service e la costante ricerca di sicurezza ed esternalizzazione dell’ICT da parte delle aziende nel percorso di Digital Transformation, ha indirizzato il Gruppo verso lo sviluppo di servizi di Data Center sempre più innovativi. Gli investimenti in infrastrutture ed innovazione tecnologica sono accompagnati dalle certificazioni di qualità (ISO) sia per i servizi di rete che per quelli di Data Center, dalle certificazioni sulle specifiche tecnologie, quali ad esempio la certificazione Metro Ethernet Forum (MEF) 2.0 per i propri servizi Carrier Ethernet, e da un costante focus della propria organizzazione sulla qualità del servizio, fattore distintivo che ha reso possibile la crescita del Gruppo in un mercato altamente competitivo. I piani di Retelit sono volti alla valorizzazione delle infrastrutture di proprietà del Gruppo che, oltre alla rete ottica, comprendono anche i Data Center distribuiti sul territorio italiano e, al suo completamento, la quota di proprietà della capacità del sistema in cavo sottomarino AAE-1. Gli elementi caratteristici dell’offerta sono: i) un’eccellente rete di proprietà che serve le principali aree urbane e industrializzate del Paese; ii) una piattaforma di servizi innovativa, che conferisce modularità, scalabilità e flessibilità al portafoglio d’offerta; iii) un’organizzazione snella e proattiva, che permette risposte tempestive ed efficienti alle esigenze del mercato.

noi compriamo auto Best_buy Image Banner 234 x 60

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *