Tod’s: analisi tecnica.

I venditori si accaniscono su Tod’s che cede oltre 3 punti percentuali sul listino milanese (Kepler Cheuvreux abbassa il rating a reduce). Questo ulteriore ribasso ha fatto scattare ulteriori segnali grafici negativi, operazione che potrebbe determinare un peggioramento del quadro grafico di breve/medio periodo se i corsi dovessero stabilizzarsi al di sotto di 56.50 euro. Se ciò dovesse accadere, il titolo del lusso resterebbe esposto al rischio di ulteriori approfondimenti in direzione di area 55.78 e quota 55.25 euro in prima battuta (2° target area 54.28; 3° target 53.20 euro). Al fine di scongiurare detto scenario le quotazioni dovranno riportarsi quanto prima al di sopra di 61.0 euro, circostanza che creerebbe i presupposti per una estensione verso 62.0 e 63.70 euro in prima battuta. Il titolo in 6 mesi ha ceduto il 22%, +23% in 12mesi, -26% in 3 anni e -36% in 5 (dal 2000 ad oggi +25%).

Tod’s ritiene che i risultati del primo semestre sono in linea con le attese . L’ottimo feedback del mercato sui prodotti conferma che la strada intrapresa è quella giusta anche se l’esecuzione del piano di sviluppo deve essere più rapida. Rimane fondamentale l’obbiettivo di mantenere i prodotti nella fascia più alta della qualità artigianale ed espressione del migliore lifestyle italiano nel mondo. Per questo il gruppo punta ad avere prodotti sempre piu’ esclusivi e cari, anche se questo obbliga ad essere più selettivi nella distribuzione. Tod’s sta svolgendo un grande lavoro sulla forte visibilità ed innovazione delle collezioni e su un aggressivo modello di consegne dei prodotti, potendo contare su una capacità produttiva in linea con le nuove richieste del mercato. La squadra di uomini che guiderà lo sviluppo dell’azienda nel futuro è in parte già al lavoro e l’organigramma sarà completato in tempi brevi. Tutto cio’ ci consente di pensare ad un sensibile miglioramento di fatturato e margini nel futuro.

Indicatori tecnici (sett.):

RSI(14) Vendere
STOCH (9,6) Comprare
STOCHRSI (14) Vendere
MACD(12,26) Vendere
ATR(14) meno volatilità
CCI(14) Neutrale
ADX(14) Neutrale
ROC Comprare
UO Vendere

Williams R: Vendere.

 Medie mobili esponenziali:

il prezzo è collocato al di sotto di Ema20, quest’ultima è superiore a Ema50; entrambe sono inferiori alla media mobile di periodo 200 (SMA). Secondo questa teoria non è ancora in atto l’orientamento più ribassista possibile.

Punti di Pivot (gg):

S3 S2 S1 Punti di Pivot R1 R2 R3
Classico 55,56 56,93 57,76       59,13 59,96 61,33 62,16
Fibonacci 56,93 57,77 58,29       59,13 59,97 60,49 61,33
Bull/Bear Power(13) -4,6980 Vendere

Beta: 0.53

Ratio Prezzo/Utile: 23.21

Dividendi:

Anno rif. bil. Valore
2016 1,70 euro
2015 2,00
2014 2,70
2013 2,70

Eps: 2.52

Range 52 settimane: 46.33 – 73.8 euro

Rating e target price:

Nome Data Rating Target Price
Deutsche Bank 26/09/2017 Hold 71.00 euro
Credit Suisse 08/09/2017 Outperform 69.00
Societe Generale 04/09/2017 Sell 53.00
Banca IMI 08/08/2017 Hold 60.00
Societe Generale 04/08/2017 Sell 55.00

Risultati primo semestre:

Ricavi: 483 milioni di Euro, -2,9% rispetto al primo semestre 2016
EBITDA: 75,7 milioni, pari al 15,7% dei ricavi
EBIT: 52,3 milioni, pari al 10,8% dei ricavi
Utile netto del Gruppo: 34,7 milioni, pari al 7,2% dei ricavi
Posizione finanziaria netta: 35,5 milioni di Euro.

Please follow and like us:

pasqualeferraro

Pasquale Ferraro, giornalista pubblicista, lavora con varie testate online: Trend-online, Investing.com, Yahoo Finanza, Alice Economia, Finanza rapisarda, 4Trading, CBLive, Borsa investimenti ed altre.