CEMBRE (STAR): nei primi nove mesi fatturato consolidato in crescita (+7,8%).

COMUNICATO STAMPA

Il Consiglio di Amministrazione di Cembre S.p.A., società quotata al segmento Star della Borsa di Milano, tra i principali produttori europei di connettori elettrici e utensili per la loro installazione, riunitosi oggi a Brescia sotto la guida del Presidente e Amministratore Delegato Ing.Giovanni Rosani, ha approvato il resoconto intermedio di gestione relativo al terzo trimestre 2017.

ricavi delle vendite consolidati dei primi nove mesi sono passati da 90,5 milioni di euro del 2016 a 97,6 milioni di euro del 2017, con un incremento del 7,8 per cento. Anche a livello trimestrale i ricavi consolidati sono aumentati rispetto al terzo trimestre 2016, passando da 27,8 milioni di euro a 31,0 milioni di euro, con una variazione percentuale positiva dell’11,2 per cento.

In dettaglio, nei primi nove mesi del 2017, il fatturato consolidato è stato realizzato per il 41,8 per cento in Italia (40,6 per cento nei primi nove mesi del 2016), per il 42,0 per cento nella restante parte d’Europa (42,9 per cento nei primi nove mesi del 2016) e per il 16,2 per cento fuori dal continente europeo (16,5 per cento nei primi nove mesi del 2016).

Il Gruppo Cembre ha quindi fatto registrare sul mercato interno una crescita del fatturato progressivo pari all’11,0 per cento, mentre il fatturato estero è salito del 5,6 per cento.

Il risultato operativo lordo consolidato (Ebitda) dei primi nove mesi del 2017, pari a 25,3 milioni di euro, corrispondenti al 25,9 per cento dei ricavi delle vendite, è aumentato del 13,7 rispetto a quello dei primi nove mesi del 2016, pari a 22,2 milioni di euro, equivalenti al 24,6 per cento dei ricavi delle vendite.

Anche il risultato operativo lordo del terzo trimestre ha avuto un andamento positivo, segnando una crescita pari al 13,2 per cento sul terzo trimestre del 2016.

Il risultato operativo consolidato (Ebit) pari a 20,6 milioni di euro, corrispondente ad un margine del 21,1 per cento sui ricavi delle vendite, è cresciuto del 15,4 per cento, rispetto ai 17,8 milioni di euro dei primi nove mesi dello scorso esercizio, corrispondenti al 19,7 per cento dei ricavi delle vendite.

Il risultato operativo del terzo trimestre 2017 pari a 6,3 milioni di euro, corrispondenti al 20,5 per cento dei ricavi delle vendite trimestrali, si è incrementato del 14,6 per cento rispetto ai 5,5 milioni di euro del terzo trimestre 2016, corrispondenti al 19,9 per cento dei ricavi delle vendite trimestrali.

L’utile ante imposte consolidato dei primi nove mesi ammonta a 20,2 milioni di euro, che corrispondono al 20,7 per cento delle vendite, in crescita del 13,6 per cento rispetto a quello dei primi nove mesi del 2016, pari a 17,8 milioni di euro, corrispondenti al 19,6 per cento delle vendite.

L’utile ante imposte nel terzo trimestre 2017, pari a 6,0 milioni di euro, corrispondenti al 19,3 per cento dei ricavi delle vendite trimestrali, è in crescita del 6,9 per cento rispetto ai 5,6 milioni di euro del terzo trimestre 2016, corrispondenti al 20,0 per cento dei ricavi delle vendite trimestrali.

L’utile netto consolidato dei primi nove mesi è pari a 14,4 milioni di euro, corrispondenti al 14,8 per cento delle vendite; tale risultato è in aumento del 13,4 per cento rispetto al 2016, quando nello stesso periodo il risultato fu di 12,7 milioni di euro, pari al 14,0 per cento delle vendite. A livello trimestrale il risultato netto è aumentato dell’1,4 per cento, passando da 4,2 milioni di euro, corrispondenti ad un margine sulle vendite del 15,1 per cento, a 4,3 milioni di euro, corrispondenti al 13,8 per cento del fatturato consolidato trimestrale.

Si segnala che i suddetti risultati reddituali hanno beneficiato della plusvalenza di 502 migliaia di euro, realizzata nel settembre 2017, sulla vendita dell’immobile di Coslada (Madrid), precedente sede della controllata spagnola Cembre España SLU; tale plusvalenza è indicata nello schema di conto economico alla voce “altri ricavi non ricorrenti”.

La posizione finanziaria netta al 30 settembre 2017 è migliorata rispetto al 30 giugno 2017, passando da un valore positivo di 14,6 milioni di euro ad un valore positivo di 20,4 milioni di euro. La posizione finanziaria netta al 30 settembre 2016 era positiva per 23,1 milioni di euro.

Gli investimenti in immobilizzazioni nel periodo ammontano a 9,3 milioni di euro, in forte aumento rispetto al 30 settembre 2016 quando ammontavano a 4,3 milioni di euro.

“I primi nove mesi del 2017 si sono chiusi con una crescita dei ricavi consolidati pari al 7,8%, mentre il fatturato progressivo al 31 ottobre 2017 evidenzia una crescita pari all’8,3%. Prevediamo, quindi, di chiudere l’esercizio 2017 sia con un incremento delle vendite sia con un miglioramento dei margini reddituali rispetto allo scorso esercizio” – ha commentato il Presidente ed AD, Ing. Giovanni Rosani -“Nei primi nove mesi dell’anno abbiamo investito 9,3 milioni di euro e la posizione finanziaria al 31 ottobre 2017 si conferma positiva per 22,6 milioni di euro.” ha proseguito l’Ing.Giovanni Rosani.

noi compriamo auto Best_buy Image Banner 234 x 60

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *