ENEL PRESENTA IL PIANO STRATEGICO 2018-2020: FORTE IMPULSO SU DIGITALIZZAZIONE E CLIENTI.

COMUNICATO STAMPA

La digitalizzazione sta trasformando Enel in un operatore sempre più efficiente e proattivo in una fase di grande cambiamento per l’intera industria. L’evoluzione dei mercati energetici offre nuove opportunità per promuovere l’offerta al cliente attraverso nuovi servizi. L’effetto combinato di questi due fattori consentirà al Gruppo di offrire agli azionisti una remunerazione attraente e creare valore sostenibile nel lungo termine per tutti gli stakeholder.

• Digitalizzazione: investimento di 5,3 miliardi di euro (in crescita di 600 milioni di euro rispetto al piano precedente) per digitalizzare asset, attività e processi e migliorare la connettività del Gruppo Enel, con l’obiettivo di generare un incremento cumulato dell’EBITDA di 1,9 miliardi di euro fra il 2018 e il 2020 (in crescita di 300 milioni di euro rispetto al piano precedente)
• Attenzione al cliente: obiettivo di 3,3 miliardi di euro di EBITDA nel 2020, di cui 2,9 miliardi di euro derivanti dal settore retail di elettricità e gas e 400 milioni di euro da e-Solutions, che farà leva su 67 milioni di clienti finali e quasi 35 milioni di clienti sul mercato non regolamentato di elettricità e gas previsti nel 2020
• Efficienza operativa: obiettivo di risparmi per 1,2 miliardi di euro in termini reali nel 2020 rispetto al 2017, di cui 500 milioni derivanti dagli investimenti nella digitalizzazione
• Crescita industriale: riallocazione del capitale verso le economie mature, principalmente nei settori delle Reti e delle Rinnovabili, concentrando circa l’80% degli investimenti per la crescita in Italia, nella Penisola Iberica ed in Nord e Centro America
• Semplificazione del Gruppo e gestione attiva del portafoglio: prosegue la semplificazione degli assetti proprietari delle controllate e la razionalizzazione delle società operative in Sud America. Aumento del focus sulle acquisizioni di partecipazioni di minoranza con incremento dell’obiettivo di investimento complessivo a 2,8 miliardi di euro nel periodo 2017-2020. Rimane la possibilità di riacquisto di azioni proprie per un valore fino a 2 miliardi di euro
entro novembre 2018
• Remunerazione degli azionisti: conferma del pay-out del 70% sull’utile netto ordinario del Gruppo dall’esercizio 2018 in avanti. Dividendo minimo di 0,28 euro per azione con riferimento ai risultati dell’esercizio 2018, in aumento del 33% rispetto al dividendo minimo garantito con riferimento al 2017.

Il Gruppo Enel (nel seguito, il “Gruppo”) presenta oggi il piano strategico 2018–2020 ai mercati finanziari e ai media.
La positiva attuazione del precedente piano strategico 2017-2019, ha consentito al Gruppo di conseguire in anticipo i risultati previsti su ciascuno dei principi fondamentali della propria strategia:

• Efficienza operativa – riduzione degli investimenti per manutenzione pari al 10% e dei costi operativi pari a 1 miliardo di euro in termini reali dal 2015, principalmente attraverso la digitalizzazione.
• Crescita industriale – obiettivo dell’EBITDA di crescita per il 2017 di 800 milioni di euro già conseguito, incluse le connessioni alla rete, e obiettivo dell’EBITDA di crescita relativo al 2018 quasi del tutto raggiunto.
• Semplificazione della struttura del Gruppo – diminuzione del numero di società in Sud America a 53 (dalle 69 nel 2015) e riduzione al 27% (dal 36% nel 2015) della partecipazione economica delle minoranze azionarie all’utile netto ordinario del Gruppo.
• Gestione attiva del portafoglio – realizzate cessioni per 6,3 miliardi di euro dal 2015, in anticipo rispetto all’obiettivo di rotazione degli asset di 7,5 miliardi di euro entro il 2019. Accelerazione dell’impiego dei fondi nel 2017: finalizzate acquisizioni per 1,6 miliardi di euro e partecipazioni di minoranza acquisite per 500 milioni euro.
• Remunerazione degli azionisti – confermato l’impegno ad assicurare un dividendo attraente e in crescita. Il pay-out è aumentato al 65% sui risultati del 2017 dal 50% su quelli del 2015 e, al contempo, il dividendo per azione è aumentato del 44% rispetto al 2015, raggiungendo 0,23 euro per azione nel 2017.

PRINCIPI FONDAMENTALI DEL NUOVO PIANO 2018 – 2020
Il Gruppo conferma i principi fondamentali della propria strategia con un’ulteriore evoluzione e
accelerazione nella relativa attuazione.
La digitalizzazione e l’attenzione al cliente, introdotti l’anno scorso, continuano ad essere importanti fattori abilitanti della strategia. L’attenzione del Gruppo al cliente beneficia di un impulso significativo con l’introduzione della nuova Global Business Line e-Solutions.

Il Gruppo conferma i principi fondamentali di efficienza operativa e crescita industriale. Poiché la semplificazione della struttura del Gruppo è diventata un elemento ricorrente del modello di business, ed ora in sostanziale sovrapposizione con la gestione attiva del portafoglio, i due principi sono stati accorpati.
Il capitale umano contribuisce ai principi fondamentali puramente industriali, promuovendo la crescita economica e sociale delle comunità locali e rafforzando i ruoli e le competenze delle persone all’interno dell’organizzazione, fornendo loro gli strumenti per la gestione della transizione energetica. Il piano strategico è strutturato per rafforzare ulteriormente la capacità del Gruppo di generare un’attraente remunerazione per gli azionisti e di creare valore sostenibile di lungo termine per tutti gli stakeholder.

noi compriamo auto Best_buy Image Banner 234 x 60