Banca Ifis: situazione precaria.

Come già accennato il precedenza (14 novembre) in caso di flessioni al di sotto di 37.0 euro (in chiusura) sarebbe stato difficile per il titolo bancario difendersi da un probabile affondo in direzione di area 36.30 euro in prima battuta (2° target 34.29 euro). Al momento il titolo è a quota 35.84 euro ed il secondo target non è stato ancora raggiunto. Monitorare con attenzione quel livello la cui violazione potrebbe proiettare il titolo bancario fino in area  33.0 euro in prima battuta. Concrete indicazioni di forza verrebbero invece inviate in caso di successo oltre i 42.0 euro (in particolar modo in chiusura), circostanza che introdurrebbe un’estensione verso area 45.50 euro. 

Highlights– Risultati primi nove mesi 2017
(1 gennaio – 30 settembre)

  • Margine di intermediazione a 371,3 milioni di euro (+56,2%);
  • Risultato netto della gestione finanziaria 391,7 milioni di euro (+79,5%);
  • Costi operativi a 186,2 milioni di euro (+56,9%);
  • Utile netto di periodo a 149,1 milioni di euro (+125,0%);
  • Costo del rischio verso imprese (settore Crediti commerciali, Corporate banking, Leasing) pari a -19 bp;
  • Rapporto sofferenze nette /impieghi verso le imprese all’1,6% (1,2% al 31 dicembre 2016);
  • Coverage ratio delle sofferenze lorde verso le imprese all’89,3% (92,0% al 31 dicembre 2016);
  • Totale risorse del Gruppo: 1.432 persone (1.323 al 31.12.2016);
  • Common Equity Tier 1 (CET1): 17,14% (15,82% all’1 gennaio 2017);
  • Tier 1 Capital Ratio (T1)2: 17,14% (15,82% all’1 gennaio 2017);
  • Total Own Fund Ratio2: 17,14% (15,83% all’1 gennaio 2017).

Highlights– Risultati terzo trimestre 2017
(1 luglio-30 settembre)

  • Margine di intermediazione a 121,3 milioni di euro (+39,8%);
  • Risultato netto della gestione finanziaria 123,2 milioni di euro (+48,4%);
  • Costi operativi a 63,6 milioni di euro (+51,7%);
  • Utile netto di periodo a 45,5 milioni di euro (+67,5%).

OBIETTIVI FINANZIARI

Obiettivi del Gruppo

  • ROE: oltre il 15% nel 2019
  • EPS: oltre 4,5 euro
  • Book value per share: oltre i 30 euro
  • Banca Digitale: 140 milioni di euro di investimenti in tecnologia nei prossimi 3 anni

 

Le sfide del Gruppo

  • Customer Experience: il nuovo cuore dell’innovazione bancaria
  • Team manageriali di Banca IFIS e Interbanca integrati in un unica cultura aziendale, nel rispetto dei valori di Banca IFIS
  • Processi forti, solidi e semplificati per mantenere il tasso di crescita
  • Crescita attesa in tutti i segmenti di business
  • Reversal della Purchase Price Allocation: impatto significativo nei prossimi anni
  • Forte contribuzione dell’Area NPL alla profittabilità totale
  • Gruppo Interbanca in break-even dal 2017
  • Profittabilità dei core business più che raddoppiata nei prossimi 3 anni.
noi compriamo auto Best_buy Image Banner 234 x 60

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *