I titoli migliori e peggiori degli ultimi 30 giorni.

I MIGLIORI

Al primo posto troviamo K.R.ENERGY (+37.6%) seguito da A.S. Roma (+33.8%), Immsi (+61%), Falck R. (+21.9%), Servizi Italia (+20.5%), Netweek (+20.1%), Retelit (+16.2%), Exprivia (+14.3%), Tiscali (+9.7%) e Mediaset (+8.9%).

K.R. Energy:

Lo scorso 14 dicembre K.R.Energy S.p.A ha comunicato che è stata costituita in Argentina, a Buenos Aires, la Jujuy Litio SA, tra la controllata Fib S.r.l., e la Jujuy Energia Y Mineria S.E. (Jemse).
Il Gruppo KRE, attraverso Jujuy Litio SA, partecipata al 40%, potrà sfruttare uno dei più importanti giacimenti di litio al mondo, nella provincia dello Jujuy, per produrre materia attiva, celle al litio e batterie al litio per il mercato
sudamericano.
Fib S.r.l., società operante nella produzione di accumulatori elettrici e che ha avviato un piano di investimento per la realizzazione del primo impianto italiano di produzione di celle al litio a Teverola (CE), grazie all’accordo, potrà disporre, in quantita superiori alle proprie esigenze di carbonato di litio per il suo stabilimento italiano e, in base agli accordi sottoscritti, per tutte le ulteriori iniziative che potrà intraprendere nel mondo.
Con tale accordo il Gruppo KRE si pone l’obiettivo di diventare un primario player nel settore degli accumulatori elettrici a litio per storage e trazione indutriale, approvvigionandosi della materia prima – il carbonato di litio – in modo stabile e a prezzi competitivi.
Fib s.r.l. è stata selezionata dal Governo Argentino per il know how specifico maturato nell’ultimo decennio dalla FAAM SpA (acquisita da Fib s.r.l. e attiva nella produzione di batterie al litio sin dal 1995) e dalla Lithops s.r.l. (società di ricerca di Torino che ha avviato la prima produzione di celle al litio in collaborazione con le principali Universita e centri di ricerca europei).
L’accordo è stato sottoscritto in presenza di Gerardo Morales (Governatore dello stato di Jujuy), Juan Carlo Abud (Ministro dell’Industria dello stato di Jujuy – anche presidente del C.d.A. della Jujuy Litio SA), Pablo Tarantini (Ceo di Invest Argentina), Francesco Capecchi (Responsabile Economico dell’Ambasciata Italiana a Buenos Aires), Luigi D’Aprea (Direttore ICE Buenos Aires), Annalisa Bisson (Confindustria) e Ferdinando Pastore (in rappresentanza del MISE).
Per Fib S.r.l. ha sottoscritto l’accordo il Cav. Federico Vitali, che ha promosso l’iniziativa sin dalla prima visita di stato del Presidente Mattarella in Argentina, e il responsabile iniziative estere del gruppo Seri Industrial SpA Dott. Filippo Maria di Caprio. Per JEMSE ha sottoscritto l’accordo il Presidente, Prof. Jose Maria Palomares.

 

I PEGGIORI

La maglia nera del peggior titolo degli ultimi 30 giorni è stata assegnata a TREVI FIN. (-22.8%) che ha preceduto Bca Carige (-21.1%), M&C (-16.9%), Bialetti (-11.8%), Acotel Grp (-10.4%), Cti Biop. (-10.1%), e TerniEnergia (-4.3%).

Trevi:

Ieri il Cda di Trevi ha preso atto delle dimissioni con effetto immediato del Consigliere Marco Andreasi e ha deliberato la nomina per cooptazione – ai sensi dell’articolo 2386 del Codice Civile – del Dott. Sergio Iasi, dando mandato al Presidente di definire i termini del relativo incarico. Il Consiglio di Amministrazione, alla luce del perdurante andamento negativo dell’esercizio di cui ai comunicati del 3 ottobre 2017 e del 13 novembre 2017 ha valutato la necessità di adottare misure idonee a contribuire alle esigenze di rafforzamento patrimoniale della Società. Il Consiglio di Amministrazione ha quindi deliberato di avviare tutte le attività necessarie per la definizione di un’operazione volta a detto rafforzamento patrimoniale, nelle forme che saranno ritenute più idonee, ivi includendosi anche un aumento del capitale sociale. Il Consiglio ha pertanto affidato al Dott. Iasi la responsabilità della gestione di dette attività, tenendo in considerazione gli esiti della revisione del piano e gli sviluppi delle interlocuzioni con il ceto creditorio in relazione alla manovra finanziaria.

Seppure la Società confidi che le iniziative adottate possano consentire un positivo avanzamento delle negoziazioni in corso con il ceto creditorio per la sottoscrizione dell’accordo di standstill oltre, più in generale, alla condivisione dell’impostazione della manovra finanziaria, il Consiglio di Amministrazione ha preso atto del perdurare, allo stato, delle incertezze già segnalate al mercato in  data 13 novembre 2017. Il Consiglio ha conseguentemente deliberato di posticipare ulteriormente l’approvazione su base volontaria dei dati finanziari relativi al terzo trimestre dell’esercizio in corso, anche in attesa del completamento dell’analisi sulle eventuali rettifiche da apportare ad alcune poste
di bilancio della Società, anch’esse già esplicitate nel comunicato del 13 novembre 2017, ponendosi quale obiettivo di pervenire a detta approvazione al più presto e comunque entro il mese di febbraio 2018.

 

ESCLUSI TITOLI AIM. INOLTRE SI PRECISA CHE È UNA CLASSIFICA PER  PERFORMANCE PERCENTUALE, INDIPENDENTEMENTE DAI VOLUMI E VOLATILITÀ

Please follow and like us:

pasqualeferraro

Pasquale Ferraro, giornalista pubblicista, lavora con varie testate online: Trend-online, Investing.com, Yahoo Finanza, Alice Economia, Finanza rapisarda, 4Trading, CBLive, Borsa investimenti ed altre.