Datalogic: analisi tecnica.

Il titolo Datalogic (titolo difensivo, da cassettista e non solo, dalle ottime performance; +570% dal debutto 2001 ad oggi) sta tentando di risalire dai minimi di dicembre (29.80 euro) per puntare alla resistenza strategica posizionata a quota 33.00 euro. Oltre tale ostacolo (in particolar modo in chiusura) il titolo invierebbe ulteriori segnali di risveglio che se confermato oltre quota 34 euro proietterebbe obiettivi in area 37 euro. Le prospettive di crescita verrebbero invece meno con discese sotto 29 euro (in chiusura) introduttive dei test a 28.60 e 28 euro in prima battuta. Il prezzo max storico del titolo è a quota 34.64 euro.

Datalogic si ritiene molto soddisfatta dei risultati del trimestre che, nonostante un andamento del cambio Euro Dollaro in controtendenza rispetto ai trimestri precedenti e la stagionalità tipica del periodo, hanno riportato sia una crescita dei ricavi sia un miglioramento della marginalità. A nove mesi dal suo avvio, la nuova organizzazione customer centric ha trainato la crescita che è stata a doppia cifra, in particolare nei settori Manufacturing ed Healthcare. Prosegue poi il miglioramento della marginalità grazie all’ottimizzazione dei costi di produzione e nonostante i maggiori investimenti in Ricerca e Sviluppo, che sfiorano il nove per cento del fatturato e che sono alla base della crescita del Gruppo come testimonia anche la prossima assunzione di 80 nuovi talenti, laureati o laureandi in ingegneria e/o in altre materie scientifiche a livello internazionale. Sulla base dei risultati raggiunti e dei prodotti break through ad alto contenuto tecnologico lanciati alla fine del trimestre Datalogic prevede una chiusura dell’anno in linea con il trend dei primi nove mesi.

Indicatori tecnici (sett.):

RSI(14) Comprare
STOCH (9,6) Neutrale
STOCHRSI (14) Vendere
MACD(12,26) Comprare
ATR(14) Più volatilità
CCI(14) Comprare
ADX(14) Comprare
ROC Comprare
UO Comprare

Williams R: comprare.

 Medie mobili esponenziali:

il prezzo è collocato al di sopra di Ema20, quest’ultima è superiore a Ema50; entrambe sono superiori alla media mobile di periodo 200 (SMA). Secondo questa teoria è in atto l’orientamento più rialzista possibile.

Bande di Bollinger (vedi grafico): i trader colgono dei segnali di acquisto quando il prezzo tocca la banda inferiore, o si allunga per breve periodo al di fuori di essa, colgono invece dei segnali di vendita quando il prezzo tocca la banda di Bollinger superiore, o si allunga per breve tempo al di fuori di essa (questo ind. Funziona meglio durante una fase di contrazione del range).

Punti di Pivot (gg):

S3 S2 S1 Punti di Pivot R1 R2 R3
Classico 31,416 31,883 32,266 32,733 33,116 33,583 33,966
Fibonacci 31,883 32,208 32,408 32,733 33,058 33,258 33,583
Bull/Bear Power(13) 2,3280 Comprare

Beta: 0.72

Ratio Prezzo/Utile: 37.93

Dividendi:

Anno rif. bil. Valore
2016 0,300 euro
2015 0,2500
2014 0,180
2013/2012 0,160/0,150

Eps: 0.86

Range 52 settimane: 18.17 – 34.64 euro.

PERFORMANCE %
Ytd +6.9
1 Mese +5.2
6 Mesi +42.7
1 Anno +80.5
3 Anni +261.9
5 Anni +381.1

 Rating e target price:

Nome Data Rating Target Price
Equita sim 16/11/2017 Hold 28.00 euro
Kepler Cheuvreux 15/11/2017 Buy 34.00
Intermonte 15/11/2017 Neutral 30.00
Banca Akros 15/11/2017 Neutral 31.40
Equita sim 25/10/2017 Hold 28.00

Risultati del trimestre

• Ricavi in crescita dell’8,2% a 151,4 milioni di Euro rispetto a 139,9 milioni di Euro al terzo trimestre 2016

• EBITDA in aumento del 20,3% a 26,1 milioni di Euro rispetto a 21,7 milioni di Euro al terzo trimestre 2016; EBITDA margin sale dal 15,5% al 17,2%.

• Utile netto in crescita del 7,3% a 15,8 milioni di Euro rispetto a 14,7 milioni di Euro al terzo trimestre 2016.

Risultati dei nove mesi

• Ricavi a quota 450,7 milioni di Euro, +6,9% rispetto a 421,8 milioni di Euro dei primi nove mesi 2016.

• EBITDA a 77,9 milioni di Euro, in crescita del 16,9% rispetto ai 66,6 milioni di Euro dei primi nove mesi 2016 (EBITDA margin al 17,3% rispetto al 15,8%).

• Utile netto in miglioramento del 10,2% a 45,1 milioni di Euro rispetto ai 40,9 milioni di Euro dei primi nove mesi 2016.

• Posizione finanziaria netta negativa per 15,2 milioni di Euro rispetto ai 37,6 milioni di Euro negativa al 30 settembre 2016.

PREVEDIBILE EVOLUZIONE DELL’ATTIVITÀ PER L’ESERCIZIO IN CORSO 

Il terzo trimestre ha confermato il trend di crescita dei ricavi rispetto all’esercizio precedente già evidenziato nei primi due trimestri. Il Gruppo prevede di continuare ad investire in Ricerca e Sviluppo e nelle strutture commerciali, coerentemente con il modello di business orientato al cliente.

Il positivo riscontro avuto dalla clientela sui nuovi prodotti lanciati nel trimestre, tra i quali il nuovo terminale Android con wireless charging Joya Touch A6, i nuovi scanner da banco Magellan e il nuovo lettore manuale Quickscan Lite destinati al settore Retail, nonché il nuovo lettore industriale Powerscan 9100 con l’innovativo “scan engine” sviluppato in house, fa prevedere un andamento positivo anche per il prosieguo dell’anno.

Per l’ultima parte dell’esercizio, in presenza di uno scenario macro economico sostanzialmente stabile, il Gruppo si attende di confermare il trend di crescita dei ricavi registrato nei primi nove mesi e di continuare ad ottimizzare i processi produttivi ai fini di consolidare un miglioramento della profittabilità rispetto all’esercizio precedente.

Tabella del CE Riclassificato al 30 Settembre 2017 – Euro/1.000

Posizione Finanziaria Netta al 30 Settembre 2017 – Euro/1.000

noi compriamo auto Best_buy Image Banner 234 x 60

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *