Profondo rosso per Esprinet.

Profondo rosso per Esprinet che guida i ribassi a Piazza Affari; al momento sta facendo registrare un ribasso dell’8%. Per uscire da questa fase deve essere riconquistato innanzitutto il primo livello di 4.70 euro, ma solo sviluppi oltre quota 5.38 euro consentirebbero probabilmente al titolo di risalire la china e puntare verso il successivo target a 5.77 euro (2° target 5.95 euro). Discese sotto quota 3.80 euro (in chiusura) daranno continuità al trend ribassista di medio/lungo corso verso i 3.65 e 3.30 euro (questo ultimo riferimento è fondamentale). 


Risultati dei Risultati deiprimi nove mesi primi nove mesi primi nove mesi 2017:

I Ricavi netti consolidati Ricavi netti consolidati Ricavi netti consolidati ammontano € 2.127,6 milioni e presentano un aumento del +10% (€ 201,8 milioni)
rispetto a € 1.925,8 milioni realizzati nei primi nove mesi 2016. Nel terzo trimestre si è osservato un
aumento del +1% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (da € 680,8 milioni a € 690,8 milioni). A
perimetro di consolidamento omogeneo, cioè escludendo in entrambi gli esercizi gli apporti delle società
acquisite nel corso del 2016, i ricavi netti consolidati dei primi nove mesi si stima si sarebbero attestati a €
1.721,7 milioni (€ 1.775,4 milioni nel corrispondente periodo del 2016);
• Il Margine commerciale lordo consolidato Margine commerciale lordo consolidato Margine commerciale lordo consolidato èpari a € 115,4 milioni ed evidenzia un incremento del +8% (€ 8,8
milioni) rispetto al corrispondente periodo del 2016 come conseguenza dei maggiori ricavi realizzati, solo
parzialmente controbilanciati da una flessione del margine percentuale. Nel solo terzo trimestre il margine
commerciale lordo, pari a € 35,7 milioni, è diminuito del -1% rispetto allo stesso periodo dell’esercizio
precedente. A perimetro di consolidamento omogeneo, cioè escludendo in entrambi gli esercizi gli apporti
delle società acquisite nel corso del 2016, il margine commerciale lordo consolidato dei primi nove mesi si
stima si sarebbe attestato a € 95,1 milioni, in diminuzione del -3% rispetto al corrispondente periodo
dell’anno precedente (€ 98,2 milioni);
• Gli Altri proventi Altri proventi Altri proventi, registrati solo nel periodo 2016, ammontavano a € 2,7 milioni e si riferivano interamente
al provento realizzato nell’acquisto, ad opera della neo costituita EDSlan S.r.l., del ramo d’azienda relativo
alle attività distributive nel mercato del networking, cabling, Voip e UCC-Unified Communication, dalla preesistente
EDSlan S.p.A.;
• L’Utile operativo (EBIT) Utile operativo (EBIT) Utile operativo (EBIT) nei primi nove mesi del 2017, pari a € 14,6 milioni, mostra una variazione del -14%
rispetto ai primi nove mesi del 2016, con un’incidenza sui ricavi diminuita a 0,69% da 0,88% per effetto
prevalentemente della flessione del margine percentuale. Il terzo trimestre mostra un EBIT consolidato di
€ 4,8 milioni, in crescita del +79% (€ 2,1 milioni) rispetto al terzo trimestre 2016, con un incremento
dell’incidenza sui ricavi da 0,40% a 0,70%. Anche al netto delle componenti di reddito non ricorrenti l’EBIT
del trimestre evidenzia un miglioramento del +12% crescendo dallo 0,66% allo 0,73% A perimetro di
consolidamento omogeneo, cioè escludendo in entrambi gli esercizi gli apporti delle società acquisite nel
2016, si valuta che l’EBIT dei primi nove mesi del 2017 si sarebbe attestato a € 10,7 milioni a fronte di € 13,1
milioni nel corrispondente periodo del 2016;
• L’Utile prima delle imposte consolidato Utile prima delle imposte consolidato Utile prima delle imposte consolidato,pari a € 11,7 milioni, presenta una flessione del -21% rispetto ai primi
nove mesi 2016, più marcata rispetto alla diminuzione di EBIT, in conseguenza dei maggiori oneri finanziari
generati dall’accresciuto livello di indebitamento a medio lungo termine per effetto del finanziamento
ottenuto dalla Capogruppo in data 28 febbraio 2017 e dei finanziamenti in essere presso la controllata
Vinzeo Technologies S.A.U. acquisita il 1° luglio 2016. Nel solo terzo trimestre l’utile ante imposte mostra un
miglioramento pari a € 2,1 milioni attestandosi così a € 3,7 milioni;

• L’Utile netto consolidato Utile netto consolidato Utile netto consolidato pari a € 8,9 milioni mostra una riduzione del -24% (€ -2,9 milioni) rispetto ai primi
nove mesi 2016. Nel solo terzo trimestre 2017 l’utile netto consolidato si è attestato a € 2,7 milioni contro €
1,4 milioni del corrispondente periodo del 2016 (+86%);
• L’Utile netto per azione ordinaria Utile netto per azione ordinaria Utile netto per azione ordinaria al 30 settembre 2017, pari a € 0,17, evidenzia un decremento del -26%
rispetto al valore del primi nove mesi 2016 (€ 0,23). Nel terzo trimestre l’utile netto per azione ordinaria è
pari a € 0,05 rispetto a € 0,03 del corrispondente trimestre 2016 (+67%).

 

Please follow and like us:

pasqualeferraro

Pasquale Ferraro, giornalista pubblicista, lavora con varie testate online: Trend-online, Investing.com, Yahoo Finanza, Alice Economia, Finanza rapisarda, 4Trading, CBLive, Borsa investimenti ed altre.