Salini Impregilo: analisi tecnica.

Il titolo Salini Impregilo (peggior titolo degli ultimi 30 giorni: -24%) resta sotto pressione, come tutto il settore. I corsi sono stati protagonisti di un vistoso ribasso nelle ultime 4 settimane passando da area 3.50 a 2.608 euro. Un comportamento che ha mutato con decisione le attese di medio periodo sul titolo, le cui difficoltà potrebbero non essere terminate (complice anche i ribassi di Piazza Affari). Il downtrend potrebbe spingere le quotazioni fino al successivo obiettivo di 2.50 euro la cui rottura (in particolar modo in chiusura) sarà preludio ad un ulteriore affondo fino a 2.43 euro (il supporto fondamentale di medio/lungo periodo è posizionato a 2.38 euro, monitorare questo riferimento la cui rottura potrebbe spingere le quotazioni anche fino a 2.21 euro). Segnali di ripresa credibili giungeranno invece solo a seguito di rialzi oltre 2.97 (in chiusura) per l’obiettivo a 3.16 euro (forte resistenza).

Ad ottobre il Gruppo ha perfezionato con successo un’operazione di rifinanziamento del debito a medio lungo termine corporate per un ammontare complessivo di circa €1,1 miliardi che ne ha rafforzato ulteriormente la struttura finanziaria riducendo significativamente il costo del debito, estendendone contemporaneamente la durata e portando più dell’80% delle scadenze oltre il 2020.

Indicatori tecnici (sett.):

RSI(14) Vendere
STOCH (9,6) Comprare
STOCHRSI (14) Ipervenduto
MACD(12,26) Vendere
ATR(14) Più volatilità
CCI(14) Ipervenduto
ADX(14) Vendere
ROC Vendere
UO Vendere

Williams R: ipervenduto.

 Medie mobili esponenziali:

il prezzo è collocato al di sotto di Ema20, quest’ultima è inferiore a Ema50; entrambe sono inferiori alla media mobile di periodo 200 (SMA). Secondo questa teoria è in atto l’orientamento più ribassista possibile.

Bande di Bollinger (vedi grafico): i trader colgono dei segnali di acquisto quando il prezzo tocca la banda inferiore, o si allunga per breve periodo al di fuori di essa, colgono invece dei segnali di vendita quando il prezzo tocca la banda di Bollinger superiore, o si allunga per breve tempo al di fuori di essa (questo ind. Funziona meglio durante una fase di contrazione del range).

Punti di Pivot (gg):

S3 S2 S1 Punti di Pivot R1 R2 R3
Classico 2,448 2,542 2,608         2,702 2,768 2,862 2,928
Fibonacci 2,542 2,603 2,641         2,702 2,763 2,801 2,862
Bull/Bear Power(13) -0,6580 Vendere

Beta: 1.19

Ratio Prezzo/Utile: 19.14

Eps: 0.14

Range 52 settimane: 2.58 – 3.768 euro.

Dividendi:

Anno rif. bil. Valore
2016 0,500  euro
2015 0,040
2014 0,040
2013/2012 0,00/1,49

 

PERFORMANCE %
Ytd -19
1 Mese -24.2
6 Mesi -8.5
1 Anno -12.8
3 Anni -28.1
5 Anni -35.1

 Rating e target price:

Nome Data Rating Target Price
Banca Akros 11/12/2017 Accumulate 3.80 euro
Mediobanca 20/11/2017 Neutral 3.30
Kepler Cheuvreux 16/11/2017 Hold 3.10
Banca Akros 20/10/2017 Accumulate 3.80
Equita sim 18/10/2017 Hold 3.35

OUTLOOK

L’evoluzione del mercato e del business del Gruppo nei primi 9 mesi del 2017 confermano una tendenza di crescita consolidata, sostenuta da un forte portafoglio ordini e da una solida attività commerciale, che permettono, allo stato corrente, di confermare gli obiettivi indicati per l’anno in corso.

Please follow and like us:

pasqualeferraro

Pasquale Ferraro, giornalista pubblicista, lavora con varie testate online: Trend-online, Investing.com, Yahoo Finanza, Alice Economia, Finanza rapisarda, 4Trading, CBLive, Borsa investimenti ed altre.