H-Farm: analisi tecnica.

A fine gennaio il titolo H-Farm è stato protagonista di un buon rialzo che aveva spinto le quotazioni fino in area 0.9200 euro ad un passo dalla resistenza strategica a 0.9380 euro, la cui violazione (in particolar modo in chiusura di seduta) avrebbe permesso al titolo di proseguire anche fino in area 0.9800 euro, a pochi passi dal prezzo di debutto (13 nov. 2015) a 1.00 euro. Purtroppo i corsi hanno invertito la rotta riportandosi in area 0.8500 euro (essendo un titolo Aim, la volatilità è di casa) ed ora dovranno difendersi da ulteriori ribassi ed evitare di spingersi fino al supporto critico posizionato a 0.7900 euro la cui rottura spianerà la strada a nuovi affondi in direzione del primo target a 0.7750 euro. Se l’azione riuscirà a stabilizzarsi oltre 0.800 euro, ci saranno buone change che possa riprendere la via degli acquisti e tentare una nuova risalita. Come già accennato in precedenza, la tenace resistenza grafica è posizionata a 0.9380 per il test in area 0.9800 euro ma prima di raggiungere tale obiettivo è necessario che il titolo abbattesse il muro dei 0.8690 e 0.8735 euro. Dal debutto ad oggi il titolo ha ceduto circa il 15% sul listino milanese.

Il mese scorso Mediobanca Securities ha aggiornato le stime per le divisioni Industry and Education e prevede un fatturato del gruppo 2019 a 54 milioni di euro (rispetto alla precedente stima di 60 milioni di euro), ovvero un CAGR di quasi il 20% in 2016-19. Le nuove stime tengono conto del contributo delle acquisizioni completate nel 2017, mentre c’è più prudenza sul numero complessivo di studenti iscritti. In sostanza Mediobanca S. prevede un sostanziale pareggio del gruppo a livello di EBITDA nel 2019. Gli analisti credono che il gruppo potrebbe riuscire ad emergere come player di riferimento in settori che offrono una crescita significativa (es. educazione e servizi privati per la digitalizzazione). 

Mediobanca S.: target price titolo: 1.05 euro da 1.30, rating Outperform.

Intermonte: target price 1.10 euro, rating Outperform.

Il piano industriale sarà focalizzato su tre aree di business complementari: Investments, il cuore dell’attività di H-FARM e che nei prossimi anni andrà ad incrementare ulteriormente gli investimenti volti alla ricerca di nuove iniziative di impresa , allargando il suo raggio di ricerca su un perimetro europeo; Industry, divisione dedicata ad offrire i migliori servizi e strategie alle aziende che intendono intraprendere un percorso di innovazione digitale; Education, un’area che si affianca alle attività di Corporate Education già in essere con Digital Accademia e che introduce una grande novità: integrare nel modello didattico internazionale un’offerta formativa completa innovativa dedicata ai giovani dai 6 ai 26 anni. Tre aree distinte ma fra loro complementari che ruotando attorno
al tema dei giovani, delle imprese e dei territori andranno a rafforzare ed esaltare il lavoro svolto negli ultimi 10 anni.

26 marzo 2018: Riunione del Consiglio di Amministrazione della Società per l’approvazione del progetto di bilancio relativo all’esercizio chiuso al 31 dicembre 2017.

La società ritiene che: “dopo un 2016 di consolidamento della nuova strategia, in questa prima metà del 2017 H-farm ha lavorato per portare a compimento una serie di operazioni straordinarie funzionali a raggiungere il traguardo che prefissato: superare le aspettative di mercato e anticipare di un anno i risultati previsti dagli analisti. I primi sei mesi del 2017 si sono conclusi con un valore della produzione pari a 21,9 milioni di euro, vale a dire una crescita del 49% rispetto alla semestrale dell’anno precedente, trainata dalla divisione Industry che ha segnato un aumento del 27% in termini di fatturato e dai primi ottimi segnali dalla divisione Education che, anche in questo caso, sono superiori alle previsioni. L’Ebitda risulta ancora negativo, seppur in netta diminuzione. In questo primo semestre la società ha effettuato importanti investimenti per allargare la base di studenti e consolidare il modello di business attraverso una serie di operazioni. Le acquisizioni e le assunzioni hanno portato a crescere in maniera importante nei primi sei mesi dell’anno, raggiungendo così quasi le 500 persone impiegate che oggi lavorano nelle cinque sedi distribuite in tutto il territorio nazionale.
 La società ritiene che ci possa essere la concreta possibilità di chiudere l’esercizio sopra le aspettative del 2017, anno che conclude un biennio di investimenti dei capitali raccolti in IPO dopo la transizione da un modello di investitore dei primi 10 anni ad un modello industriale”. 

Indicatori tecnici (sett.):

RSI(14) Comprare
STOCH (9,6) Neutrale
STOCHRSI (14) Comprare
MACD(12,26) Comprare
ATR(14) Più volatilità
CCI(14) Comprare
ADX(14) Comprare
ROC Comprare
UO Comprare

Williams R: comprare.

 Medie mobili esponenziali:

il prezzo è collocato al di sotto di Ema20, quest’ultima è superiore a Ema50; entrambe sono superiori alla media mobile di periodo 200 (SMA). Secondo questa teoria non è in atto l’orientamento più ribassista possibile.

Bande di Bollinger (vedi grafico): i trader colgono dei segnali di acquisto quando il prezzo tocca la banda inferiore, o si allunga per breve periodo al di fuori di essa, colgono invece dei segnali di vendita quando il prezzo tocca la banda di Bollinger superiore, o si allunga per breve tempo al di fuori di essa (questo ind. Funziona meglio durante una fase di contrazione del range).

Punti di Pivot (gg):

S3 S2 S1 Punti di Pivot R1 R2 R3
Classico 0,784 0,809 0,830         0,855 0,876 0,901 0,922
Fibonacci 0,809 0,827 0,837          0,855 0,873 0,883 0,901
Bull/Bear Power(13) -0,0160 Vendere

Beta: n/a

Ratio Prezzo/Utile: n/a

Eps: -0.08

Range 52 settimane: 0.680 – 0.930 euro.

PERFORMANCE %
Ytd +12.1
1 Mese +11.2
6 Mesi +11.70
1 Anno +4.9
2 Anni -15

Dati 1° semestre:

€ 21,9M Valore della produzione (gestionale pro-forma), in aumento del 49% (+€ 7,2M) rispetto al primo semestre 2016.
• € 1,0M Ebitda negativo (gestionale pro-forma) in netto miglioramento rispetto all’anno precedente (€ -1,5M nel 2016), risultato in linea con le attese e le aspettative della Società.
• € 7,5M operazioni straordinarie per l’acquisizione di 2 scuole (Little Enliglish School e English International School) e consolidamento di BigRock, eccellenza nei master di computer grafica, a cui si aggiunge l’acquisizione di Celi, società di consulenza digitale torinese specializzata nell’intelligenza artificiale e nel machine learning.
• € 16,7M Valore della Produzione di H-FARM Industry con una crescita del 27,7%, confermando così per il terzo semestre consecutivo (ovvero dalla data dell’IPO) un incremento superiore al 10%.
• € 4,6M Valore della Produzione di H-FARM Education, che oggi rappresenta più di un quinto del valore totale e in netta crescita.
• € 25,7M investiti in 12 anni a supporto di 105 imprese innovative.
• 2 exit nel solo primo semestre.
• 2,5 il moltiplicatore in sei mesi in Oberlo, startup lituana selezionata attraverso la piattaforma InReach.
• 2 operazioni strategiche rilevanti: ingresso nel capitale di SMAU; costituzione di The Current, una società americana nata in collaborazione con Liz Bacelear, founder di Decoded Fashion, per la promozione nel settore moda di soluzioni innovative, tecnologiche e digitali.
• Significativo incremento di valore del Portafoglio negli ultimi 12 mesi.
• 86 nuove assunzioni, 493 persone a fine semestre.
• 800 alunni nel percorso K-12.
• 81 studenti all’avvio del primo corso in Italia in classe di management con l’Università Ca’ Foscari di Venezia.
• Iscrizioni oltre le aspettative al 26esimo master in Computer Grafica di BigRock e all’11esima edizione del MADE.

H-FARM S.p.A.
È la piattaforma d’innovazione in grado di supportare la creazione di nuovi modelli d’impresa e la trasformazione ed educazione dei giovani e delle aziende italiane in un’ottica digitale. Fondata nel gennaio 2005 è stata la prima iniziativa al mondo ad adottare un modello che unisse in un unico luogo la formazione, gli investimenti e la consulenza alle imprese. Dalla sua nascita ad oggi ha investito 26,2M per supportare lo sviluppo di 106 imprese innovative, ha aiutato oltre 200 tra i più importanti brand internazionali a cogliere le opportunità offerte dalla trasformazione digitale e ad oggi forma più di un migliaio di studenti attraverso un percorso formativo internazionale aumentato al digitale. Strutturata come un campus, oggi oggetto di un intervento che lo porterà da 14 mila metri quadri di edifici su oltre 20 ettari di parco fino a 42 mila mq di edifici totali distribuiti su 51 ettari alle porte di Venezia, è destinata a diventare il più importante polo di innovazione europeo. H-FARM conta oggi oltre 550 persone che lavorano in 5 sedi sul territorio italiano ed è considerata un unicum a livello internazionale.

Please follow and like us:

pasqualeferraro

Pasquale Ferraro, giornalista pubblicista, lavora con varie testate online: Trend-online, Investing.com, Yahoo Finanza, Alice Economia, Finanza rapisarda, 4Trading, CBLive, Borsa investimenti ed altre.