Marr: ancora in letargo.

Marr è ancora impegnato nel tentativo di rialzare la testa e riportarsi verso i massimi storici. Il periodo di flessioni delle ultime sedute potrebbe essere per il momento interpretato come lieve correzione fisiologica del precedente movimento. Fintanto che i corsi si manterranno sopra area 20.30 euro resteranno buone le possibilità di assistere ad un nuovo spunto rialzista verso il primo target a 21.90 euro (2° target 22.92 euro; il prezzo max storico è a 23.50 euro). Sul fronte opposto invece, discese (in chiusura) al di sotto di area 20.30 euro, faranno scattare ulteriori segnali di incertezza e a quel punto sarà difficile evitare un ritorno dei prezzi a 19.60 euro in prima battuta (2° target area 18.88 euro). 

Resoconto intermedio di gestione al 30 settembre 2017.
Alla fine dei primi nove mesi l’utile netto raggiunge i 53,9 milioni di Euro,
rispetto ai 50,0 milioni del 2016. In crescita ricavi e redditività:
 Ricavi totali consolidati a 1.263,1 milioni di Euro (1.204,5 nel 2016)
 EBITDA consolidato a 94,8 milioni di Euro (92,6 nel 2016)
 EBIT consolidato a 80,2 milioni di Euro (79,3 nel 2016).

Please follow and like us:

pasqualeferraro

Pasquale Ferraro, giornalista pubblicista, lavora con varie testate online: Trend-online, Investing.com, Yahoo Finanza, Alice Economia, Finanza rapisarda, 4Trading, CBLive, Borsa investimenti ed altre.