Unicredit: analisi tecnica.

Unicredit nelle ultime sedute ha perso ulteriore terreno confermando la forza delle pressioni ribassiste. I corsi stanno puntando verso il successivo target a 13.80 euro; si tratta dell’ultimo supporto potenzialmente in grado di scongiurare un ritorno in area 13.0 euro in prima battuta (con quest’ultima violazione in chiusura: target area 11.80 euro). Il ribasso delle ultime sessioni ha lasciato il segno, facendo capire che il trend negativo che ha caratterizzato il corso nelle ultime 3 settimane non ha intenzione di abbandonare il campo (oltre alla questione interna politica c’è da affrontare quella dei dazi). Un eventuale recupero al di sopra di 15.0 euro (in chiusura) potrebbe allentare momentaneamente le tensioni e favorire una estensione sui 15.55 euro (2° target area 16.20 euro).

Non sarà facile in breve tempo un recupero da parte dei titoli bancari, nel caso di Unicredit, come abbiamo osservato negli ultimi 10 anni, in più occasioni il titolo bancario è stato protagonista di lunghe e vistose discese (-90%) intervallate da più di un aumento di capitale. E’ fondamentale una repentina ripresa per evitare un ritorno dei corsi nei pressi dei minimi storici. La giusta ripresa potrebbe avvenire a fine 2018 inizio 2019 sempre se non scatti l’ennesimo aumento di capitale (questa volta oltre i 13 mld di euro?).

Indicatori tecnici (sett.):

RSI(14) Vendere
STOCH (9,6) Comprare
STOCHRSI (14) Ipervenduto
MACD(12,26) Comprare
ATR(14) Più volatilità
CCI(14) Vendere
ADX(14) Vendere
ROC Vendere
UO Vendere

Williams R: ipervenduto.

 Medie mobili esponenziali:

il prezzo è collocato al di sotto di Ema20, quest’ultima è inferiore a Ema50; entrambe sono inferiori alla media mobile di periodo 200 (SMA). Secondo questa teoria è in atto l’orientamento più ribassista possibile.

Bande di Bollinger (vedi grafico): i trader colgono dei segnali di acquisto quando il prezzo tocca la banda inferiore, o si allunga per breve periodo al di fuori di essa, colgono invece dei segnali di vendita quando il prezzo tocca la banda di Bollinger superiore, o si allunga per breve tempo al di fuori di essa (questo ind. Funziona meglio durante una fase di contrazione del range).

Punti di Pivot (gg):

Beta: 1.8

Ratio Prezzo/Utile: n.a.

Eps: n.a.

Range 52 settimane: 13.82 – 18.38 euro.

 

PERFORMANCE %
Ytd -11
1 Mese -22
6 Mesi -17
1 Anno -11
3 Anni -57
5 Anni

10 Anni

-37

-90

Dividendi:

Anno rif. bil. Valore
2016/2017 0,000 euro
2015 0,120
2014 0,100
2013 0,090

 Rating e target price:

Nome Data Rating Target Price
Goldman Sachs 25/05/2018 Selected list 24.60 euro
Equita sim 24/05/2018 Buy 23.70
Goldman Sachs 16/05/2018 Selected list 25.70
UBS 14/05/2018 Buy 20.50
ODDO BHF 11/05/2018 Buy 21.00

UniCredit:risultati di Gruppo del terzo trimestre 2017.

Utile netto rettificato a €838 mln in rialzo dell’87% a/a, confermando l’andamento sostenuto del business a livello di Gruppo.

 Dinamiche commerciali sostenute grazie al rilancio della rete. Da inizio anno: numero di clienti in crescita di 423.000 ed erogazione di nuovi prestiti per €52 mld. 9m17 vs. 9m16: crescita della raccolta gestita per €15,3 mld (+7,8 per cento) ed incremento delle commissioni per €261 mln (+5,5 per cento)

 Evoluzione del modello operativo ad uno stadio più avanzato rispetto a quanto previsto a piano, con il 59 per cento delle chiusure di filiali e il 51 per cento delle riduzioni di organico già concluse. Costi totali per il FY17 attesi di poco inferiori all’obiettivo di €11,7 mld

 Ridotto costo del rischio (COR)  a 53 pb. CoR per il FY17 stimato tra 55 e 60 pb. Perdita attesa stabile sia per i crediti esistenti che per quelli di nuova erogazione, entrambe in riduzione di 1 pb trim/trim, e rispettivamente pari a 38 pb e 34 pb, sostenute da una rigorosa disciplina del rischio

 CET1 Ratio Fully Loaded elevato e pari a 13,81 per cento nel 3trim17, grazie alla cessione di Pioneer e alla generazione di utili.

Please follow and like us:

pasqualeferraro

Pasquale Ferraro, giornalista pubblicista, lavora con varie testate online: Trend-online, Investing.com, Yahoo Finanza, Alice Economia, Finanza rapisarda, 4Trading, CBLive, Borsa investimenti ed altre.