Gefran: a caccia di una significativa resistenza.

Nelle ultime sedute il titolo Gefran sta recuperando terreno dopo aver toccato quota 6.89 euro a fine maggio scorso. I corsi al momento sono in area 8.0 euro ma un primo importante segnale giungerà con la violazione della prima resistenza strategica a 8.44 euro (in chiusura) per l’obiettivo a 8.87 euro (seconda resistenza). Con la stabilizzazione delle quotazioni oltre questi questi due ostacoli, il titolo avrà modo di proseguire lungo la via degli acquisti e di raggiungere il primo target a 9.70 euro circa. Primi segnali di indebolimento invece al di sotto di 7.85 euro (in chiusura); segnali allarmanti con chiusura sotto i 7.30 euro. 

La società sostiene che i mercati di riferimento confermano il costante trend di crescita iniziato nel 2017 e che al momento non si manifestano segnali di rallentamento. Ci si attende un 2018 positivo ed in crescita sul 2017 dal punto di vista dei ricavi e ciò porterà la marginalità ai livelli dell’esercizio precedente. Inoltre, nell’ottica di sempre maggior focalizzazione strategica delle singole unità, il consiglio ha deliberato di dare avvio al processo di scorporo dell’unità sita in Gerenzano (VA), dedicata all’ R&D, produzione e commercializzazione degli azionamenti.
Tale processo si concluderà nell’ultima parte dell’anno con la nascita di una nuova società. 

Please follow and like us:

pasqualeferraro

Pasquale Ferraro, giornalista pubblicista, lavora con varie testate online: Trend-online, Investing.com, Yahoo Finanza, Alice Economia, Finanza rapisarda, 4Trading, CBLive, Borsa investimenti ed altre.