Il titolo migliore e peggiore della settimana.

IL MIGLIORE

Il titolo TerniEnergia ha archiviato la seduta settimanale facendo registrare la migliore performance sul listino milanese guadagnando così il 32.1%; dall’inizio dell’anno -23.5%. Il prezzo max degli ultimi 14 mesi è 1.156 euro, quello minimo 0.3400 euro. Dopo i forti ribassi che avevano spinto il titolo su nuovi minimi storici è scattato un nuovo rimbalzo tecnico (il secondo negli ultimi 3 mesi circa) grazie anche alla sua volatilità.

Al secondo posto si piazza Mondo Tv (+31.9%) e sul gradino più basso del podio RaiWay (+23%).

IL PEGGIORE

Il titolo peggiore della settimana è PIERREL che ha ceduto il 9.5% sul listino di Piazza Affari; dall’inizio dell’anno ha ceduto il 10%. Il prezzo max degli ultimi 14 mesi è 0.288 euro, quello minimo è 0.1556 euro. Los corso 12 luglio Pierrel S.p.A. ha comunicato che la CONSOB ha approvato il Documento di Registrazione e la Nota Informativa sugli strumenti finanziari e la Nota di Sintesi – con nota n. 0254393/18 del 12 luglio 2018 – relativi all’offerta in opzione e all’ammissione alle negoziazioni sul Mercato Telematico Azionario organizzato e gestito da Borsa Italiana S.p.A. (“MTA”), delle azioni ordinarie di Pierrel rivenienti dell’aumento di capitale sociale a pagamento deliberato dall’Assemblea degli Azionisti della Società in data 22 novembre 2017, le cui condizioni finali sono state determinate dal Consiglio di Amministrazione della Società nella seduta del 10 luglio 2018 e rese note con i comunicati stampa pubblicati in data 10 e 11 luglio 2018 (l’“Aumento di Capitale”). In particolare, si ricorda che l’Assemblea degli Azionisti della Società ha fissato una soglia di inscindibilità che presuppone la sottoscrizione dell’Aumento di Capitale mediante versamenti in denaro per un ammontare almeno pari a Euro 5,2 milioni (la “Soglia di Inscindibilità”).
Come già comunicato al mercato, l’Aumento di Capitale verrà eseguito mediante l’emissione di massime n. 216.316.292 azioni Pierrel (le “Azioni in Offerta”), da offrire in opzione agli aventi diritto, nel rapporto di n. 4 Azioni in Offerta ogni n. 1 azione Pierrel detenuta, per un prezzo di emissione pari a Euro 0,161 per Azione in Offerta, di cui Euro 0,021 da imputare a capitale sociale ed Euro 0,140 a titolo di sovrapprezzo, per un controvalore massimo complessivo dell’Aumento di Capitale pari a Euro 34.826.923,01. I diritti di opzione che daranno diritto alla sottoscrizione delle Azioni in Offerta (i “Diritti di Opzione”) dovranno essere esercitati, a pena di decadenza, a partire dal 16 luglio 2018 entro il 3 agosto 2018, estremi inclusi (il “Periodo di Offerta”). I Diritti di Opzione saranno inoltre negoziabili sul MTA dal 16 luglio 2018 al 30 luglio 2018, estremi inclusi.  I Diritti di Opzione non esercitati entro il termine del Periodo di Offerta saranno offerti in Borsa dalla Società sul MTA nell’ambito dell’offerta che sarà avviata dalla Società entro il mese successivo alla fine del Periodo di Offerta, per almeno 5 giorni di mercato aperto e salvo che non siano già integralmente venduti, ai sensi dell’articolo 2441, comma 3, del codice civile. 

Al secondo posto troviamo Bim (-8.9%) ed al Gima TT (-6.1%).

(esclusi titoli AIM)

Please follow and like us:

pasqualeferraro

Pasquale Ferraro, giornalista pubblicista, lavora con varie testate online: Trend-online, Investing.com, Yahoo Finanza, Alice Economia, Finanza rapisarda, 4Trading, CBLive, Borsa investimenti ed altre.