Autostrade Meridionali: analisi tecnica.

La discesa degli ultimi tre mesi circa aveva spinto il titolo nei pressi del sostegno strategico in area 26.50 euro. Ancora una volta i corsi hanno sfruttato questo livello per risalire la china e riportarsi almeno fino in area 28.10 euro. Oggi è scattata qualche presa di beneficio (-1.20%) ma se il titolo dovesse rimanere al di sopra di 27.50 euro, ci saranno buone change di raggiungere il secondo obiettivo a  30.0 euro.  La dura resistenza di medio/lungo periodo è posizionata a quota 32.0 euro.  Il fondamentale confronto con tale livello dirà poi se le quotazioni possano ambire o meno al ritorno in area 33.0 euro in prima battuta e successivamente, con quest’ultima violazione in chiusura, fino alle tenaci resistenze di lungo termine a 35 e 35.50 euro. Sul fronte opposto invece, eventuali discese al di sotto di 26.0 euro in chiusura, potrebbero alimentare le vendite e spingere i corsi fino al primo obiettivo di 24.83 euro.

 Indicatori tecnici (sett.):

RSI(14) Vendere
STOCH (9,6) Vendere
STOCHRSI (14) Vendere
MACD(12,26) Vendere
ATR(14) meno volatilità
CCI(14) Vendere
ADX(14) Vendere
ROC Vendere
UO Vendere

Williams R: vendere.

 Medie mobili esponenziali:

il prezzo è collocato al di sopra di Ema20, quest’ultima è inferiore a Ema50; entrambe sono inferiori alla media mobile di periodo 200 (SMA). Secondo questa teoria non è in atto l’orientamento più ribassista possibile.

Bande di Bollinger (vedi grafico): i trader colgono dei segnali di acquisto quando il prezzo tocca la banda inferiore, o si allunga per breve periodo al di fuori di essa, colgono invece dei segnali di vendita quando il prezzo tocca la banda di Bollinger superiore, o si allunga per breve tempo al di fuori di essa (questo ind. Funziona meglio durante una fase di contrazione del range).

Punti di Pivot (gg):

S3 S2 S1 Punti di Pivot R1 R2 R3
Classico 27,26 27,43 27,76 27,93 28,26 28,43 28,76
Fibonacci 27,43 27,62 27,74 27,93 28,12 28,24 28,43
Bull/Bear Power(13) 0,8720 Comprare

Beta: 0.42

Ratio Prezzo/Utile: 6.09

Eps: 4.61

Range 52 settimane: 23.91 – 34.80 euro.

Dividendi:

Anno rif. bil. Valore
2016/2017 0,600/1.00 euro
2015 0,400
2014 0,400
2013 0,200
PERFORMANCE %
Ytd 0.4
1 Mese -1.5
6 Mesi -9.45
1 Anno +13.3
3 Anni +50
5 Anni +82

SITUAZIONE PATRIMONIALE, ECONOMICA E FINANZIARIA AL 31 MARZO 2018

 Totale Ricavi pari a 21,3 milioni di euro in aumento del 4,5% rispetto allo stesso periodo del 2017 (20,4 milioni di euro), essenzialmente per l’effetto congiunto dell’adeguamento delle tariffe di pedaggio in vigore dal 01.01.2018 e dell’incremento del traffico registrato nei primi tre mesi del 2018, pari allo 0,6% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.
 Margine Operativo Lordo (EBITDA) pari a 8,5 milioni di euro, in aumento del 22,2% rispetto ai 7,0 milioni di euro del corrispondente periodo del 2017.
 EBIT pari a 8,4 milioni di euro in aumento del 22,6% rispetto a 6,9 milioni di euro realizzati nei primi tre mesi del 2017.
 Utile del periodo pari a 4,8 milioni di euro in aumento del 12,5% rispetto a 4,2 milioni del corrispondente periodo del 2017.

Evoluzione prevedibile della gestione
Al termine del periodo di ultrattività della Convenzione in essere la Società potrà risultare aggiudicataria della nuova
concessione ed in tal caso proseguirà, nei termini previsti dal bando, nella gestione della infrastruttura ovvero potrà
valutare, secondo le previsioni dello statuto sociale di prendere parte a gare per la realizzazione e/o gestione di
infrastrutture autostradali.
In ogni caso, la prosecuzione dell’attività aziendale e la restituzione dei finanziamenti concessi alla Società sarà
garantita o dall’aggiudicazione in capo ad Autostrade Meridionali di una nuova concessione, o dall’incasso
dell’indennizzo versato dal concessionario subentrante.
In merito alla gestione operativa, il prolungarsi delle operazioni di gara, per l’individuazione del nuovo concessionario
dell’infrastruttura (sono trascorsi oltre cinque anni dal termine prefissato dalla convenzione di concessione) fa sì che
possano nel breve – medio periodo, evidenziarsi esigenze manutentive sia sulle opere già oggetto di intervento ed
anche, ed a maggior ragione, su quelle che non furono a suo tempo comprese nel programma di riconsegna. Ciò potrà
comportare aggravi di oneri di manutenzione nei prossimi periodi.
Per altro verso si evidenzia il riconoscimento alla Società dai Ministeri competenti dell’incremento tariffario pari al
5,98% a partire dal 1° gennaio 2018, in pari data è stato definito anche l’adeguamento della tariffa differenziata per i
veicoli di classe A dotati di telepass.
In considerazione di quanto esposto, si prefigura un andamento della gestione stabile rispetto a quanto osservato nel
corso del 2017.

Please follow and like us:

pasqualeferraro

Pasquale Ferraro, giornalista pubblicista, lavora con varie testate online: Trend-online, Investing.com, Yahoo Finanza, Alice Economia, Finanza rapisarda, 4Trading, CBLive, Borsa investimenti ed altre.