EL.En. S.p.A.: analisi tecnica.

Dopo il crollo praticamente ininterrotto da fine aprile (34.82 euro) e dimezzando il valore dai massimi, il titolo El.En. (+307% in 5 anni) sta cercando di costruire una base da cui ripartire. Nelle ultime sedute i corsi stanno oscillando tra i 17.30 e 17.90 euro senza però riuscire a stabilizzarsi al di sopra della prima resistenza strategica (20.0 euro). Fondamentale diventa in questo scenario la tenuta di quota 16.0 euro (al momento il titolo è a quota 17.20 euro); successivamente il recupero di 19.0 euro sarà il presupposto per tentare l’allungo verso la prima resistenza strategica a 20.0 euro. Indicazioni ribassiste verrebbero invece inviate in caso di discese in chiusura al di sotto di 16.0 euro, evento a seguito del quale il titolo dovrebbe probabilmente rassegnarsi al ritorno in area 15.0 euro in prima battuta. Attenzione, settimana decisiva per il titolo.

La società (sui dati 1° semestre) ritiene che la situazione generale sui mercati di riferimento è complessivamente favorevole ed in grado di offrire interessanti spunti di crescita per le numerose attività del Gruppo. Nel confronto con i risultati dell’esercizio 2017, che hanno segnato il record storico per fatturato ed EBIT del Gruppo, va segnalato che l’andamento dei cambi, con l’Euro che nel corso del 2017 si è andato progressivamente rinforzando rispetto alle principali valute, sottopone il primo trimestre del 2018 a un confronto più sfavorevole di quello che sarà il confronto per l’intero esercizio 2018. L’effetto cambi negativo sul fatturato, nel primo trimestre 2018, è pari a circa il 3,8% ed ha registrato un impatto anche sui margini di contribuzione delle vendite, soprattutto per le vendite in dollari negli USA e in Yen in Giappone. 

Indicatori tecnici (sett.):

RSI(14) Vendere
STOCH (9,6) Ipervenduto
STOCHRSI (14) Ipervenduto
MACD(12,26) Vendere
ATR(14) Più volatilità
CCI(14) Vendere
ADX(14) Vendere
ROC Vendere
UO Vendere

Williams R: ipervenduto.

 Medie mobili esponenziali:

il prezzo è collocato al di sotto di Ema20, quest’ultima è inferiore a Ema50; entrambe sono inferiori alla media mobile di periodo 200 (SMA). Secondo questa teoria è in atto l’orientamento più ribassista possibile.

Bande di Bollinger (vedi grafico): i trader colgono dei segnali di acquisto quando il prezzo tocca la banda inferiore, o si allunga per breve periodo al di fuori di essa, colgono invece dei segnali di vendita quando il prezzo tocca la banda di Bollinger superiore, o si allunga per breve tempo al di fuori di essa (questo ind. Funziona meglio durante una fase di contrazione del range).

Punti di Pivot (gg):

S3 S2 S1 Punti di Pivot R1 R2 R3
Classico 16,23 16,64 16,98 17,39 17,73 18,14 18,48
Fibonacci 16,64 16,93 17,10 17,39 17,68 17,85 18,14
Bull/Bear Power(13) -0,5200 Vendere

Beta: 0.83

Ratio Prezzo/Utile: 20.65

Eps: 0.84

Range 52 settimane: 16.21 – 34.82 euro.

Dividendi:

Anno rif. bil. Valore
2016/2017 0,400 euro
2015 1.200
2014 1.00
2013/2012 0,500
PERFORMANCE %
Ytd -32.6
1 Mese -3.3
6 Mesi -48
1 Anno -17
3 Anni +59
5 Anni +307

 Rating e target price:

Nome Data Rating Target Price
Intermonte 18/09/2018 Outperform 33.00
Intermonte 24/05/2018 Outperform 35.20
Banca Akros 14/05/2018 Neutral 34.00
Twice Research 19/04/2018 N.d. 33.35
Nome Data Rating Target Price
Intermonte 24/05/2018 Outperform 35.20 euro
Banca Akros 14/05/2018 Neutral 34.00
Twice Research 19/04/2018 N.d. 33.35
Intermonte 26/03/2018 Outperform 36.00
Banca Akros 16/03/2018 Buy 34.00

2017:

Nome Data Rating Target Price
Twice Research 12/09/2017 N.d. 31.40 euro
Intermonte 08/09/2017 Neutral 27.00
Banca Aletti 31/08/2017 In-line 28.00
Intermonte 18/05/2017 Neutral 27.00
Banca Aletti 16/05/2017 In-line 31.00

Prevedibile evoluzione dell’attività per l’esercizio in corso
I risultati del primo trimestre evidenziano una buona crescita del fatturato in entrambi i settori di riferimento ed un leggero calo di redditività. I mercati di sbocco si mantengono favorevoli ed anche il mercato dei cambi si presenta meno penalizzante che in passato. Alla luce di tale contesto e contando sulla bontà e forza dei propri prodotti il Gruppo conferma gli obiettivi di crescita annuali del volume di affari e del risultato operativo del 10% per entrambi.

Please follow and like us:

pasqualeferraro

Pasquale Ferraro, giornalista pubblicista, lavora con varie testate online: Trend-online, Investing.com, Yahoo Finanza, Alice Economia, Finanza rapisarda, 4Trading, CBLive, Borsa investimenti ed altre.