Carraro: analisi tecnica.

Il titolo Carraro ha ceduto buona parte del rialzo accumulato nel 2017 e per evitare ulteriori affondi i corsi nell’immediato dovranno allontanarsi dal sostegno critico di 1.74 euro e portarsi al di sopra di 1.83 euro altrimenti sarà difficile evitare di raggiungere il successivo target a 1.685 euro. Nel breve resta ancora possibile un rimbalzo in virtù dell’ipervenduto presente sui principali oscillatori, ma il recupero dovrà ricondurre il titolo al di sopra di quota 2.16 euro almeno per garantire una ripresa duratura.

Il Gruppo sostiene che i dati al 30 settembre pur mettendo in luce un buon andamento dei principali mercati di riferimento, Asia e Nord America su tutti, scontano una contrazione della marginalità dovuta principalmente ad alcune inefficienze legate alla supply chain e all’avvio del nuovo hub logistico che ha impattato negativamente sull’evasione ordini dei Ricambi. Sulla base delle buone prospettive per il prossimo anno il gruppo ha accelerato gli investimenti in R&D e contestualmente ha ampliato la capacità produttiva di alcuni stabilimenti per renderli ulteriormente efficienti in funzione dei nuovi volumi attesi.

Indicatori tecnici (sett.):

RSI(14) Vendere
STOCH (9,6) Ipervenduto
STOCHRSI (14) Ipervenduto
MACD(12,26) Vendere
ATR(14) meno volatilità
CCI(14) Vendere
ADX(14) Vendere
ROC Vendere
UO Vendere

Williams R: ipervenduto.

 Medie mobili esponenziali:

il prezzo è collocato al di sotto di Ema20, quest’ultima è inferiore a Ema50; entrambe sono inferiori alla media mobile di periodo 200 (SMA). Secondo questa teoria è in atto l’orientamento più ribassista possibile.

Bande di Bollinger (vedi grafico): i trader colgono dei segnali di acquisto quando il prezzo tocca la banda inferiore, o si allunga per breve periodo al di fuori di essa, colgono invece dei segnali di vendita quando il prezzo tocca la banda di Bollinger superiore, o si allunga per breve tempo al di fuori di essa (questo ind. Funziona meglio durante una fase di contrazione del range).

Punti di Pivot (gg):

S3 S2 S1 Punti di Pivot R1 R2 R3
Classico 1,646 1,708 1,746 1,808 1,846 1,908 1,946
Fibonacci 1,708 1,746 1,770 1,808 1,846 1,870 1,908
Bull/Bear Power(13) -0,2040 Vendere

Beta: 1.34

Ratio Prezzo/Utile: 14.61

Eps: 0.13

Range 52 settimane: 1.77 – 4.6 euro.

Dividendi: dal 2008 nessun dividendo.

PERFORMANCE %
Ytd -53
1 Mese -8.1
6 Mesi -48
1 Anno -58
3 Anni +10
5 Anni -35

 Rating e target price:

Nome Data Rating Target Price
Banca Akros 30/10/2018 Buy 2.60
Equita sim 29/10/2018 Hold 3.30
Banca Akros 29/10/2018 in revisione N.D.
Banca IMI 11/09/2018 Add 3.00
Equita sim 27/07/2018 Hold 4.30
Nome Data Rating Target Price
Equita sim 27/07/2018 Hold 4.30 euro
Banca Akros 27/07/2018 Buy 5.25
Banca IMI 05/04/2018 Buy 5.10
Nome Data Rating Target Price
Equita sim 23/01/2018 Hold 4.90 euro
Banca IMI 20/11/2017 Buy 3.80
Banca Akros 02/10/2017 Buy 5.80
Banca IMI 27/09/2017 In revisione N.D.
Banca Akros 03/08/2017 Buy 4.25

Risultati del terzo trimestre 2018
Fatturato in crescita grazie al positivo andamento dei mercati in particolare in Asia e Nord America nel settore Construction Equipment, con una nota di rallentamento in Europa centrale.
La marginalità del trimestre risente delle inefficienze legate all’adeguamento della supply chain e all’avvio del nuovo hub logistico di Poggiofiorito. Una congiuntura che si prevede venga riassorbita nell’ultima parte dell’anno.
Forte accelerazione ai programmi di R&D: crescono gli investimenti per lo sviluppo delle nuove gamme di trattori specializzati. Alla fiera EIMA verrà presentato il primo trattore ibrido al mondo per vigneto e frutteto.
 Fatturato consolidato progressivo al 30 settembre pari a 467,9 milioni di Euro, in crescita del 3,8% rispetto al dato al 30 settembre 2017 (pari a 450,8 milioni di Euro).
 EBITDA progressivo rettificato al 30 settembre pari a 36,9 milioni di Euro (7,9% sul fatturato), in calo del 14,2% rispetto ai 43 milioni di Euro del medesimo periodo del 2017.
 Posizione finanziaria netta della gestione al 30 settembre 2018 a debito per 180,7 milioni di Euro, in incremento rispetto ai 155 milioni di Euro del 30 settembre 2017.

Please follow and like us:

pasqualeferraro

Pasquale Ferraro, giornalista pubblicista, lavora con varie testate online: Trend-online, Investing.com, Yahoo Finanza, Alice Economia, Finanza rapisarda, 4Trading, CBLive, Borsa investimenti ed altre.