Exprivia: prova di maturità.

La violazione del supporto psicologico a 1.00 euro, avvenuta il mese scorso, ha peggiorato ulteriormente il quadro grafico di Exprivia che dovrà accumulare forza in area 0.9100 euro (al momento il titolo è a quota 0.9120 euro) per poi riportarsi oltre quota 1.0 euro e raggiungere la prima resistenza strategica a 1.10 euro. Per il medio/lungo periodo invece, un recupero al di sopra di 1.39 euro potrebbe favorire una estensione a 1.45, resistenza decisiva per assistere ad un allungo in area 1.53 euro.

Indicatori tecnici (sett.):

RSI(14)Vendere
STOCH (9,6)Neutrale
STOCHRSI (14)Ipercomprato
MACD(12,26)Vendere
ATR(14)meno volatilità
CCI(14)Neutrale
ADX(14)Vendere
ROCVendere
UOVendere

Williams R: vendere.

Medie mobili esponenziali:

il prezzo è collocato al di sotto di Ema20, quest’ultima è inferiore a Ema50; entrambe sono inferiori alla media mobile di periodo 200 (SMA). Secondo questa teoria è in atto l’orientamento più ribassista possibile.

Rating e target price:

NomeDataRatingTarget Price
Banca Akros20/12/2018Accumulate1.65
Banca Akros20/08/2018Accumulate1.80
Banca Akros19/07/2018Accumulate1.80
NomeDataRatingTarget Price
Banca Akros16/05/2018Accumulate1.80 euro
Banca Akros16/03/2018Accumulate1.80
Banca Akros21/02/2018Accumulate1.80
NomeDataRatingTarget Price
Banca Akros13/11/2017Neutral1.70 
Banca Akros31/10/2017Neutral1.70
Banca Akros28/08/2017AccumulateN.D.
Banca Akros07/08/2017AccumulateN.D.
Banca Akros28/07/2017Neutral1.30

PIANO INDUSTRIALE 2018-2023

Favuzzi: “È sulla capacità di far evolvere il modello digitale delle imprese che si gioca la partita dei nuovi modelli di business.”
Pileri: “Industria 4.0, Smart Citizens, Sanità, 5G, i campi di convergenza di IT e TLC.”
• Ricavi in crescita a 760 mln, Cagr del 3,8%
• Sale dal 29% al 40% il fatturato estero
• Ebitda raddoppia a 76 mln
• In miglioramento l’indebitamento finanziario netto che scende a -120 mln.

il gruppo punta a raggiungere ricavi fino a 760 milioni di euro al 2023, con un incremento di più di 150 milioni rispetto al 2017 e un CAGR del 3,8%. La composizione dei ricavi si modificherà nel corso della durata del piano incrementando la quota realizzata all’estero, che si prevede di aumentare dal 29% dei ricavi totali registrato nel 2017, fino al 40% nel 2023. In questo quadro è ritenuto di importanza rilevante il contributo proveniente dalle sinergie derivanti dall’integrazione sui mercati di riferimento di Exprivia|Italtel, che nel 2023 è previsto raggiungano un valore fino a 60 milioni di euro.
L’EBITDA è previsto raddoppiare nel periodo del piano, passando da 36 milioni di euro del 2017 (dato aggregato adjusted al 31 dicembre 2017) a 76 milioni del 2023 (con una incidenza del 10% sui ricavi), a cui corrisponde un risultato netto atteso pari a 29 milioni di euro. L’indebitamento finanziario netto nel piano diminuisce, da -226 milioni di euro del 2017 ai circa -120 milioni nel
2023; di tale ammontare le linee committed coprono circa il 75% nel periodo.

Please follow and like us:

pasqualeferraro

Pasquale Ferraro, giornalista pubblicista, lavora con varie testate online: Trend-online, Investing.com, Yahoo Finanza, Alice Economia, Finanza rapisarda, 4Trading, CBLive, Borsa investimenti ed altre.